IMPORTANTE

IL MICROCHIP!

 

Dal 1991 una dispozione legislativa contro la piaga dell'abbandono, ha istituito, a livello nazionale, l'anagrafe Canina, l'unico organo deputato per legge a registrare e gestire i dati. La stessa legge ha imposto l'obbligo per tutti i cittadini italiani di dichiarare e quindi registrare il possesso di un cane presso l'Anagrafe Canina del proprio Comune di Residenza. 

Tale iscrizione comporta l'assegnazione di un codice tramite l'inserimento del microchip.
È buona norma verificare che dopo l'applicazione del microchip, il codice (controllate meticolosamente tutta la sequenza di 15 numeri) sia anche regolarmente e correttamente inserito nella banca dati della vostra Anagrafe Canina, per questo vi consigliamo di controllare personalmente presso l'ufficio competente, la corrispondenza del codice del microchip con i vostri dati, in modo da essere sicuri della registrazione all'Anagrafe Canina.

Il microchip emette un brevissimo segnale solo se "attivato" da un apposito lettore (in dotazione ai Servizi Veterinari delle ASL, ai veterinari liberi professionisti, alla Polizia Municipale e, naturalmente, agli accalappiacani), il segnale riproduce sullo schermo dello speciale lettore una serie di 15 numeri, un codice unico al mondo che identifica il paese in cui all'animale è stato iniettato il microchip, il produttore del microchip, e l'identità dell'animale (e di conseguenza il suo proprietario).
Il codice di identificazione abbinato al nome di una persona e se correttamente depositato nell’Anagrafe Canina di residenza, costituisce un vero e proprio titolo di proprietà. Quel codice dice che voi siete la famiglia del vostro cane e che l'animale vi appartiene. Questo significa che nei confronti del componente animale della vostra famiglia avete sia dei diritti che dei doveri.

Con il microchip la legge impone che tutti i cani devono essere iscritti e registrati all'Anagrafe Canina del luogo di residenza, entro 60 giorni dalla nascita o entro 10 giorni dalla data dell’acquisto o dell’inizio della detenzione.

 

 
 

VACCINAZIONI!

 

È molto importante ricordare che la vaccinazione è l’unica cosa che può proteggere il tuo cane da malattie virali incurabili.

Le vaccinazioni di base comprendono quattro malattie

Cimurro: serve a prevenire il Morbillivirus, un virus molto aggressivo e contagioso che colpisce il sistema nervoso, respiratorio e gastroenterico del cane. Può causare la morte del cane.

Epatite infettiva: serve a prevenire la malattia causata dall’Adenovirus di tipo 1. Questa malattia si trasmette attraverso il contatto con la saliva, e le secrezioni come le urine o le feci.

Leptospirosi:  malattia batterica diffusa dai roditori. Può danneggiare i reni e fegato. La leptospirosi in alcuni casi può essere trasmessa anche all’uomo.

La gastroenterite infettiva (parvovirosi): Questa è una malattia grave che può uccidere facilmente soprattutto i cuccioli.

Per proteggere il cucciolo dalle principali malattie infettive, deve essere vaccinato a partire da 6-8 settimane di età e avere il richiamo a pochi mesi dalla prima vaccinazione, per i cuccioli è anche utile la sverminazione per assicurarsi che non abbiano vermi.

GUINZAGLIO E MUSERUOLA!

 

L’articolo 1 contenuto nell’ordinanza pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 06/09/2013, in materia di conduzione dei cani, recita che:

 

“il proprietario di un cane è sempre responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell’animale e risponde, sia civilmente che penalmente, dei danni o lesioni a persone, animali o cose provocati dall’animale stesso”.

 

A tale proposito, per tutelare l’incolumità delle persone dalla possibile aggressione da parte di cani, l’ordinanza del Ministero della Salute è stata prorogata di altri dodici mesi e pubblicata sulla G.U. in data 08/09/2014.

Questa normativa fissa chiaramente i termini di utilizzo di guinzaglio e museruola per i cani, da parte dei loro conduttori, oltre che a specificare altre importanti norme comportamentali alle quali i proprietari devono attenersi quando portano il loro animale in luogo pubblico.

In merito alla museruola, la legge stabilisce che il conduttore è tenuto a portarla con sé, sempre, anche se non è obbligatorio farla indossare al cane.
Il guinzaglio corto, di lunghezza massima di un metro e mezzo, va invece usato sempre nelle zone urbane e nei luoghi pubblici.

 

COSA FARE QUANDO..

VEDI UN CANE SOLO PER STRADA

 

Se vedi un cane per strada da solo

 

Se vi imbattete o vedete un cane solo e impaurito cercare di avvicinarlo con movimenti lenti e un tono di voce leggero, è un essere spaventato.

Trattenere il cane per impedirgli di allontanarsi e contattare il Comando di Polizia Municipale del Comune in cui l'animale è stato trovato. Le Forze dell'Ordine contattate hanno l'obbligo di intervenire richiedendo il servizio di accalappiamento. Se fosse un giorno festivo oppure di notte si possono chiamare i Carabinieri. Solo le Autorità possono chiamare il servizio di accalappiacani. Questi a loro volta, devono essere reperibili 24 ore su 24 anche nei giorni festivi e per contratto devono recarsi sul posto e recuperare l'animale entro 30 minuti dalla chiamata.

 

ll cane viene portato per i primi 10 gg. nel canile sanitario di Levate - tel. 3292212709.

 

Se ha il microchip ed il proprietario è rintracciabile, verrà riconsegnato, altrimenti, trascorsi 10 gg, in mancanza di microchip o se il proprietario non è rintracciabile, il cane sarà portato nel canile convenzionato con il comune dove è avvenuto il ritrovamento.

 


I Servizi Veterinari delle ASL devono avere reperibilità anche notturna e festiva e sono obbligati a intervenire per il ritiro dell’animale non di proprietà. Il mancato intervento è denunciabile perché si tratta di un pubblico servizio.
Accertarsi che il cane non sia di qualche abitante residente in zona, che lo lascia libero di circolare, per non rischiare di chiamare organi competenti inutilmente.


Non stupitevi se troverete un’infinità di ostacoli e non desistete. Esiste una legge e l’animale ha il diritto di essere portato nella struttura con il quale il comune è convenzionato. Ogni comune, per legge, deve essere convenzionato con un canile. E soprattutto non lasciate l’animale senza esservi assicurati che l’addetto al canile competente l’abbia preso in consegna. VERIFICARE CHE IL CANE SIA DAVVERO IN CANILE e fatevi dare il nominativo della persona a cui avete consegnato l’animale.

 

Potete pubblicate un messaggio sulla bacheca di siti Web che si occupano di smarrimenti e ritrovamenti, se avete fatto una foto all'animale ancora meglio.
 

 

VEDI UN CANE IN AUTO SOTTO IL SOLE

 

L’articolo 727 del codice penale prevede che:

«chi abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze»

 

.Cosa fare se trovi un cane chiuso in macchina sotto il sole?

Se hai trovato un cane chiuso in macchina, non perdere altro tempo e passa subito all’azione!

Ecco che cosa devi fare:•

 

  • Cerca il padrone del cane nei paraggi dell’auto: potrebbe essere ad esempio entrato in un bar vicino, oppure in un negozio. 

  • Se l’auto si trova in un proprietà privata, come ad esempio il parcheggio di un centro commerciale, i vigili potrebbero non avere la possibilità di intervenire per liberare l’animale o contattare il suo padrone. Chiedi quindi all’amministrazione del locale di comunicare un messaggio all’altoparlante e, eventualmente, di chiamare loro stessi le forze dell’ordine.

  • Se l’auto si trova in un parcheggio pubblico, chiama il 113 e chiedi alla Polizia di intervenire.

  • Mentre aspetti la polizia, scatta delle foto e chiedi a delle altre persone di testimoniare insieme a te l’accaduto.

 

Non ignorarlo, potrebbe aver bisogno del tuo aiuto!

 
SE AVETE SMARRITO IL VOSTRO CANE
 

 

Se avete smarrito il vostro cane da poche ore informate subito la Polizia Locale del vostro Paese ed il Canile Sanitario di Levate 329 2212709 fornendo i Vostri recapiti ed una descrizione del vostro cane e di dove lo avete smarrito.

Tutti i cani ritrovati vaganti sul territorio della provincia di Bergamo, vengono recuperati da un accalappiacani unico e trasferiti per i primi accertamenti presso il Canile Sanitario di Levate.

 

Se il vostro cane ha un microchip, saranno gli operatori stessi del canile di Levate che vi chiameranno, se il vostro numero telefonico corrisponde ancora a quello registrato in Anagrafe Canina Regionale.

Se il vostro cane non ha un microchip o il tatuaggio è illeggibile, verrà comunque portato al Canile di Levate per i primi 10 giorni e poi sarà trasferito nel canile convenzionato con il Comune dove è stato ritrovato vagante.

 

Appendete volantini con la foto del cane e il vostro numero di telefono, cercatelo in tutti i canili della zona, mandate nella nostra pagina fb e alla pagina Cani Persi, Trovati, Avvistati Bergamo E Provincia una foto con il nome del cane, una descrizione e il vostro numero di telefono, più condividiamo più è facile che vengano inviate segnalazioni di avvistamento.

Quando ritroverete il vostro cagnolino ricordatevi prima di tutto di mettergli una medaglietta con il vostro numero, se non l'aveva, secondo togliete volontini e comunicate il ritrovamento per togliere la segnalazione.

 
AVVELENAMENTO

 

In caso di avvelenamento del vostro cane è assolutamente necessario contattare immediatamente il vostro veterinario.

E' possibile essere di aiuto immediato, nel caso in cui sia passato un periodo molto breve dall'ingerimento, inducendo il vomito, in modo da espellere le sostanze tossiche dall'apparato digerente.

E' quindi importante contattare immediatamente il veterinario, il quale potrà guidarvi al meglio per questa manovra per poi visitare il vostro animale.

 

SENSIBILIZZAZIONE

 

CONTRO L'ABBANDONO!

 

Ormai non si può più usare la scusa delle vacanze per l'abbandono dei cani, e l'abbandono è ormai diventato qualcosa di veramente impensabile e decisamente evitabile.

 

Sempre più sono le strutture adattate per ospitare in vacanza anche cani e gatti e sempre più sono le strutture o le persone disponibili per controllare o tenere il cane in casa o nella struttura intanto che il padrone si fa la sua rilassante vacanzina (che senza animali al seguito non è così divertente!! :P)

 

Capitano poi situazioni in cui purtroppo il cane deve proprio essere ceduto, per la morte del padrone, per un cambio radicale dovuto a grossi problemi, in questi casi ci si può rivolgere a qualche struttura, tra canili o associazioni, chiedendo magari un aiuto nel diffondere la situazione del cane e cercare così insieme, qualcuno che lo accolga passando da una casa all'altra ed evitando l'abbandono in strada.

 

 

NON REGALARMI, NON SONO UN GIOCATTOLO!

 

La decisione di possedere un'animale dev'essere una scelta consapevole e ragionata, prima di portare a casa un animale bisogna essersi posto queste domande:

 

- ho uno spazio adatto?

 

- voglio organizzare le vacanze in modo da poter portare anche il mio animale?

 

- se avessi qualche problema ho qualcuno che mi terrà l'animale e lo accudirà temporaneamente?

 

- non lo lascerò mai da solo per molte ore consecutive, ho il tempo necessario per accudirlo e dargli le attenzioni che merita?

 

- sono pronto ad avere una gran pazienza i primi giorni in cui il cane imparerà a conoscere la casa, la famiglia e le vostre abitudini?

 

- sono pronto ad impegnarmi per tanti anni e prendermi l'impegno di accudire sempre e comunque un nuovo esserino?

 

Se hai risposto NO anche solo ad una di queste domande non è ancora il momento di portare a casa un animale, ma se proprio avete voglia di prendervi cura e coccolare un cane, iniziate a venire da noi e fare un po' di volontariato!! :)

 

La scelta dell'inserimento di un animale nell'ambiente famigliare NON deve essere presa alla leggera e non deve essere un accontentare la richiesta di un bambino, lui non può sapere quali sono le responsabilità e gli impegni che verranno, ma tu si!

 

 

 
 

CANI STRESSATI!

 

Non sottovalutate i segnali di stress, spesso portano a conseguenze poi difficili da gestire, mentre presi in tempo basta un piccolo accorgimento per risolvere qualsiasi problema.

I sintomi possono essere vari:

 

  • nervosismo e irrequietezza

  • reazioni eccessive per stimoli “normali”

  • eccessivo utilizzo di segnali calmanti

  • urinare e defecare frequenti

  • l'atto della monta anche da parte di femmine

  • esagerata cura del corpo, leccamenti fino a causarsi ferite

  • danneggiamenti e distruzioni di oggetti

  • vocalizzi ed abbai esagerati

  • allergie, dermatiti e problemi cutanei

  • disturbi dell'appetito

  • odore sgradevole e alito cattivo

  • rigidità muscolare e tremori

  • formazione di forfora

  • perdita di pelo e scarsa qualità del manto

  • naso che gocciola e cuscinetti plantari sudati

  • occhi spalancati e sguardo sfuggente oppure fisso

  • comportamenti stereotipati

  • mordicchiamenti e strattonamenti del guinzaglio

  • scarsa capacità di concentrazione

  • eccessiva calma

 

Nel caso in cui il vostro cane abbia comportamenti anomali o come quelli indicati sarebbe un ottima cosa contattare una comportamentalista per capire da cosa è dovuto lo stress del cane e correggere immediatamente il problema.

 

 

 

NON SOLO CANI

 

NO ALLA PELLICCIA!

 

 

NO AGLI ANIMALI NEI CIRCHI!

 

La detenzione, l’addestramento e l’esibizione in spettacoli degli animali,  in particolare tigri, leoni, elefanti e giraffe, comportano sofferenze e maltrattamento agli animali e che la vita degli animali nel circo risulta incompatibile con le loro caratteristiche etologiche.

 

È certamente apprezzabile e fonte di divertimento condivisibile da tutti, invece, la visione dell’espressione delle abilità umane negli spettacoli del circo, attività volontaria e non coatta.

 

Approfondimenti:

http://lacicalaelaformicablog.blogspot.it/2013/05/benvenuti-al-circodegli-orrori.html